Le principali differenze tra materiali termoplastici e termoindurenti - Gruppo Ansa Compositi - Leader nello stampaggio delle materiali termoplastici e termoindurenti

Vai ai contenuti

Menu principale:

stampaggio-materie-plastiche
 
link a pagina facebook stampaggio termoindurente  link a pagina linkedin azienda stampaggio termoindurente  link a pagina youtube azienda stampaggio termoindurente  link a pagina google + azienda stampaggio termoindurente
Le principali differenze tra materiali termoplastici e termoindurenti
    
    
I materiali termoplastici e termoindurenti possono essere suddivisi in base al "comportamento" che assumono in rapporto al calore.


Imateriali termoindurenti: grazie alla loro lavorazione che avviene per mezzo del calore e della pressione subiscono delle variazioni che modificano permanentemente la loro natura. Una volta, per mezzo di macchine di stampaggio, reallizzato l'oggetto con la forma progettata se si riscalda di nuovo il materiale carbonizza senza ne bruciare ne cambiare forma.

Termoplastici: con la lavorazione il materiale non subisce una modificazione ultima ed ogni voltà che verrà riscaldato ridiventerà lavorabile.

Tra i due prodotti quindi c'è una grande differenza nel loro comportamento in funzione del calore, caratteristica che comporta la selezione del materiale a seconda della propria destinazione d'uso finale. Il Gruppo Ansa Compositi, grazie all'esperienza consolidata negli oltre cinquant'anni di attività come leader di mercato, è il partner tecnologico in grado di contribuire alla selezione dei materiali più adeguati.
 
Ansa Compositi - Copyright 2016.
All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu